SFOGLIA UN REPORT GRATIS DELLA MIA TESI, CLICCA SUL LATO DESTRO

giovedì 21 marzo 2013

LEGNO E EDILIZIA: COM’È ANDATA



Sono stato sabato scorso alla fiera Legno e Edilizia a Verona, un appuntamento per conoscere aziende, tecniche e tecnologie che ruotano attorno al settore legno. La fiera, che ha visto la partecipazione anche di diverse aziende trentine, ha avuto un ottimo riscontro, vi riporto qui il comunicato di Legno e Edilizia:


Quattro giorni di esposizione e convegni, seminari e incontro tecnici, con oltre 20.000 visitatori professionali di tutta Italia e dall’estero, attratti dalle novità di 170 aziende europee, hanno caratterizzato l’8^ edizione di Legno&Edilizia, biennale internazionale sull’impiego del legno per le costruzioni, svoltasi alla Fiera di Verona dal 14 al 17 marzo. L’attenzione del mercato italiano alle proposte di questa branca dell’edilizia in controtendenza rispetto alla crisi, è stata evidenziata dalla partecipazione a Veronafiere di molti visitatori giunti da tutta la penisola; e dalla partecipazione, tra gli altri, del presidente di Federlegno-Arredo Roberto Snaidero, del vice presidente del Collegio nazionale Geometri Franco Mazzocoli, dell’assessore regionale veneto al Commercio Estero Marino Finozzi. I dati indicano che nel 2012 si sono edificate 5.000 case in legno (+20%) e si annuncia entro il 2015 il raddoppio dei volumi residenziali costruiti in legno, che arriveranno al 12% rispetto al mercato abitativo nuovo, preda da anni di una grave stagnazione.

Alla manifestazione che ha messo in mostra le novità dell’intera gamma produttiva di Austria, Danimarca, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Svizzera (con materiali, essenze, tecnologie, software e macchinari), si è unito un fitto calendario di incontri promossi da Università, associazioni, case costruttrici. Di particolare interesse, con 850 partecipanti, il seminario di tre giorni che il professor Franco Laner, massimo esperto italiano di costruzioni in legno, ha incentrato sul tema della resistenza di questo materiale in caso di terremoti; la riproposizione dell’esperimento del CNR- Ivalsa che in Giappone ha dimostrato come un edificio di 7 piani costruito da artigiani trentini con essenze della Val di Fiemme, abbia resistito a 14 scosse sismiche pari a quelle che distrussero la città di Kobe; il primo vertice italiano sulla finestra in legno indetto dall’associazione LegnoFinestraItalia; il convegno internazionale su materiali e strumenti per l’edilizia sostenibile sotto l’egida di ECOMAKE. Ma ci sono stati anche il congresso di Confartigianato sul legno legale, incontri come quello del Patto dei sindaci per la sostenibilità degli edifici o quello di Arca Certificazioni su qualità, sostenibilità e salubrità nelle costruzioni in legno; le riunioni di FederlegnoArredo e delle sezioni collegate ai settori della mostra, e tanti corsi di formazione.

E’ la prima volta che a Legno&Edilizia si è vista una così accentuata integrazione tra l’esposizione e le scuole professionali: percorso che la segreteria della rassegna intende proseguire nella prossima edizione della primavera 2015 e nelle altre manifestazioni che organizza. Molte quindi le aree didattiche presenti con corsi di formazione professionale e dimostrazioni pratiche: quella degli studenti trentini della prima scuola italiana di carpenteria in legno di Tione (Tn), del Consorzio Progetto Legno Veneto, dell’Istituto di Tecnologia del legno Lazzari Zennari, dell’Istituto Universitario di Architettura dello IUAV di Venezia e del Centro Consorzi Scuola Legno di Belluno.

Tra gli eventi di domenica in Fiera, visite guidate per pubblico e professionisti alle case in legno e riconoscimento delle menzioni per il tema “Specie legnosa & Design” - realizzazione di un oggetto originale per l’uso o per il gioco, organizzato da Piemmeti SpA, Icar 12 dell’Università Iuav di Venezia, il Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-forestali dell’Università di Padova, la rivista Tecnologos. Il miglior elaborato è stato quello di Alessia Gattolin, il secondo è di Giovanni Avvisati, il terzo parimerito, di Giulia Cosco, Ronny Da Dal, Diletta Dalla Nora, Valentina Martini, Elena Venturini del Liceo Artistico Galvani di Pordenone. Altre menzioni sono andate a Giulia Facelli, Luca Alverà, Simone Cesco Cancian dell’Istituto d’arte di Cortina, Davide Cecilian, Davide Iaffaldano, Enrico Scattolini, Marco Barbujani, Davide Bertini.   

Nessun commento:

Posta un commento